ProFamilyIl Credito Genuino

EMERGENZA COVID-19

30 Aprile 2020

L’emergenza Covid-2019 ha colto tutti di sorpresa.

In un momento in cui sembrano mancare punti di riferimento certi ProFamily vuole farti sapere che c’è.
Ecco perché abbiamo deciso di non lasciarti solo in questo periodo di così forte emergenza e difficoltà.
In fondo, continuiamo a perseguire la nostra mission: essere al tuo fianco come compagno di viaggio affidabile vestendo sempre, oggi come non mai, gli abiti del vero credito genuino.

Per questo motivo abbiamo deciso di aderire alle iniziative di categoria (ABIASSOFIN) e  ti proponiamo, se ne avverti la necessità e a seguito di una tua espressa richiesta, una soluzione di assistenza che prevede lo spostamento della quota capitale, per il periodo da te indicato con un massimo di 12 mesi, con continuità di pagamento della sola quota interessi calcolati sul capitale residuo al TAN (tasso annuo nominale) previsto dal contratto. In ogni caso e per ogni chiarimento o informazione ti preghiamo di contattare il nostro call center che cercherà una soluzione adeguata alle tue necessità. Familycall: 800 92 92 77

 

Puoi chiedere la moratoria temporanea se:

  • hai sempre pagato regolarmente le rate fino alla data del 31 gennaio 2020
  • sei un titolare di un prestito ProFamily, o cointestatario o un erede maggiorenne;
  • si sono verificati uno degli  eventi sotto riportati:
    • cessazione del rapporto subordinato *
    • cessazione dei rapporti di lavoro di cui all’articolo 409, n.3, c.p.c.*
    • Sospensione del lavoro o riduzione dell’orario di lavoro per un periodo di almeno 30 giorni lavorativi consecutivi
    • morte o insorgenza di condizioni di non autosufficienza
    • per i lavoratori autonomi e liberi professionisti, che abbiano registrato in un trimestre successivo al 21 febbraio 2020,  ovvero nel minor periodo intercorrente tra la data dell’istanza e la predetta data, una riduzione del fatturato  del 33% rispetto a quanto fatturato nell’ultimo trimestre 2019 in conseguenza alla chiusura o della restrizione della propria attività, operata in attuazione delle disposizioni adottate dall’autorità competente per l’emergenza Coronavirus.
  • ci invii il modulo di richiesta sospensione del finanziamento compilato in ogni sua parte entro il 30 settembre 2020, comprensivo di tutta la documentazione richiesta per il tuo caso.

*(si vedano le eccezioni nel documento: moratoria ABI – ASSOFIN)

 

Non puoi chiedere la moratoria temporanea se:

  • sei titolare di un prestito ProFamily contro Cessione del quinto dello stipendio o della pensione o di una delegazione di pagamento o di un prestito riservato ad aziende convenzionate con noi;
  • se sei titolare di un prestito a TASSO ZERO;
  • se rientri in una delle eccezioni previste dalle moratorie. (vedi moratoria ABIASSOFIN);
  • se hai un finanziamento già classificato come credito deteriorato o con rate impagate al 31 gennaio 2020 ovvero per i quali sia intervenuta la decadenza del beneficio del termine o la risoluzione del contratto stesso;
  • se hai un finanziamento che usufruisce di agevolazioni pubbliche.

 

Documenti da allegare

  • Per perdita del lavoro subordinato e cessazione dei rapporti di lavoro di cui all’articolo 409, n.3, c.p.c
    • copia della lettera del licenziamento o copia lettera di dimissioni o copia contratto di lavoro dal quale si evinca l’intervenuta scadenza del termine
  • Per l’evento di morte
    • Semplice autocertificazione del/i contestatario/i, erede/i
  • Per l’evento di non autosufficienza
    • copia del certificato rilasciato dall’apposita commissione istituita presso la ASL competente per territorio che qualifica l’intestatario del prestito quale portatore di handicap grave, ovvero invalido civile (dall’80% al 100%)
  • Per gli eventi di sospensione del lavoro o riduzione dell’orario di lavoro per un periodo di almeno 30 giorni lavorativi consecutivi
    • copia certificazione del datore di lavoro o copia di richiesta del datore di lavoro di ammissione al trattamento di sostegno del reddito o copia del provvedimento amministrativo di autorizzazione al trattamento di sostegno del reddito.
  • Per riduzione del fatturato 
    • attraverso autocertificazione di cui all’articolo  46 e 47 del DPR 28 dicembre 2020, n. 445.

 

Quindi, se intendi fare richiesta di sospensione del tuo finanziamento:

  • scarica il modulo approntato per te (modulo non più scaricabile);
  • compilalo con attenzione in tutte le sue parti;
  • ricordati di firmarlo e nel caso in cui il prestito abbia un cointestatario o  un garante, ricordati di far compilare e firmare il modulo ad entrambi nelle parti a loro dedicate;
  • allega il tuo documento di identità in corso di validità (fronte e retro) e, nel caso di un cointestatario o di un garante, allega anche i loro documenti;
  • prepara tutta la documentazione richiesta;
  • invia tutto (modulo e allegati richiesti), specificando nell’oggetto “richiesta sospensione- COVID19” a: emergenzacovid19@profamily.it oppure al numero di fax 840-705292.  Ti preghiamo di voler utilizzare questo indirizzo di posta, per l’invio della richiesta di sospensione, e non altri e, per facilitarci l’operatività,  di voler inviare le richieste da un indirizzo di posta NON PEC.

Nel caso in cui la richiesta non fosse completa (mancanza di firme o di documenti allegati) ti informiamo che non potrà essere accettata . Ti preghiamo quindi di verificare che quanto da te inviato rispecchi quanto richiesto.

Se vuoi conoscere l’importo della quota interessi che dovrai pagare durante il periodo di sospensione, prima di inviare la richiesta, ti invitiamo a contattare il Familycall al numero verde 800 92 92 77. Ti preghiamo, al fine di rendere più agile la telefonata, di voler avere a portata di mano il numero della tua Pratica che trovi nell’oggetto della lettera che ti abbiamo inviato al momento della sottoscrizione del contratto. Se non la trovi sarà sufficiente nome cognome e data di nascita.

A seguito della tua richiesta, che verrà prontamente presa in carico dal servizio clienti di ProFamily, verrai avvisato dell’accoglimento tramite mail.

Se non hai un indirizzo mail ti verrà inviata una comunicazione via posta allegato alla quale troverai la comunicazione di accoglimento, la data di decorrenza della sospensione e il piano di ammortamento che ti indicherà l’importo della rata che continuerà ad esserti addebitata per il periodo di sospensione da te indicato e successivamente, alla scadenza dei mesi di sospensione, troverai l’indicazione dell’importo della rata completa, che tornerà ad essere quello che avevi sempre restituito, prima della sospensione. Resta inteso che il tuo piano di ammortamento si prolungherà per un periodo pari al numero di mesi della sospensione.

Un esempio per te

Per essere più chiari ti forniamo un esempio che, per chiarezza, NON si riferisce al tuo finanziamento, ma è utile puramente a titolo esemplificativo.

Supponiamo che l’importo della rata mensile del tuo finanziamento sia pari a 294,00 euro, composta in parte da capitale ed in parte da interessi, secondo il piano di ammortamento alla francese.

Se decidi di chiedere una sospensione ad esempio di 6 mesi ( in questo esempio rata 66, 67, 68, 69, 70, 71), per l’intero periodo dal 15 gennaio al 15 giugno ti vedrai addebitare unicamente la quota interessi fissa pari a 16,52 euro anziché l’intera rata pari a 294,00 euro. Come puoi notare nell’ immagine di esempio (post sospensione), il capitale che devi restituire, durante il periodo di sospensione, resta invariato. Dal 15 luglio automaticamente tornerai a pagare la tua rata per intero (quota capitale e interessi, esattamente come se non avessi sospeso il finanziamento), tornerai a vedere il capitale residuo diminuire dopo ogni addebito e il tuo piano di ammortamento si allungherà di 6 mesi (periodo pari a quello della sospensione). Gli interessi che pagherai mensilmente, durante il periodo di sospensione, sono quelli calcolati sul tuo capitale residuo al tasso contrattualmente definito al momento della sottoscrizione del finanziamento, senza alcun onere aggiuntivo.

Ti suggeriamo di non ricorrere, per l’invio della tua richiesta, alla posta ordinaria giacché in questo periodo possono verificarsi disguidi o rallentamenti del servizio.

Per tutta la documentazione di trasparenza ti preghiamo di fare riferimento alla sezione Trasparenza del sito ProFamily.

Ti informiamo che, in osservanza di quanto stabilito in sede legislativa, la gestione della pratica, non deve comportare costi ulteriori né per il Cliente né per l’Intermediario; la valutazione e l’eventuale accoglimento dell’Istanza non determina quindi l’applicazione di commissioni nonché di interessi di mora per il periodo di sospensione.

Infine, scrivi chiaramente nel modulo e lascia il tuo indirizzo e-mail e il tuo recapito telefonico. Sarà per noi più facile, e soprattutto veloce, contattarti.

Come vedi, ProFamily c’è.

call-usProFamily S.p.A. Sede legale e amministrativa in Via Massaua 6, 20146 Milano. Tel. 800 92 92 77 – Fax: 840.705292
Capitale sociale Euro 43.000.000 int.vers., partita IVA 10537050964 – Società partecipante al Gruppo IVA Banco BPM, codice fiscale e numero iscrizione Registro Imprese di Milano 10884890962. REA n° MI – 2563796. Società iscritta all’Albo degli Intermediari Finanziari tenuto dalla Banca d’Italia ai sensi dell’art. 106 del D.Lgs. 385/1993 (n° iscr. 233). Intermediario assicurativo iscritto al Registro Unico IVASS (sez. D, n° 632833). Socio unico, direzione e coordinamento Banco BPM Società per Azioni – Gruppo Banco BPM, iscritto all’Albo dei Gruppi Bancari.